Osteopatia e Nutrizione

La teoria filosofica ottocentesca secondo la quale “l’uomo è ciò che mangia” trova oggi sempre più crescenti conferme scientifiche anche nel campo della ricerca alimentare.

Un’alimentazione sana incide sul corretto funzionamento del corpo e sul nostro benessere fisico e mentale.
L’intestino è infatti l’organo più esteso del nostro corpo, la sede delle nostre emozioni, ed è in qualche modo, per la quantità di neuroni presenti, il nostro “secondo cervello”.

La consulenza sul comportamento alimentare parte dalla convinzione che ogni approccio alla persona debba valutare globalmente la persona stessa e la sua collocazione all’interno dell’ambiente in cui vive, e che ogni individuo debba avere una educazione alimentare consapevole, parte integrante di un corretto stile di vita.

Nutrirsi è un bisogno primario. Non è però soltanto un processo biochimico fatto di trasformazione di nutrienti, ma l’insieme di più fattori tra i quali è fondamentale l’atteggiamento che la persona ha nei confronti della vita.

Il comportamento alimentare è infatti solo uno dei modi in cui le persone si esprimono in relazione a se stesse e al mondo che le circonda. Nel quotidiano, quando una persona si trova a condurre una vita frenetica e deve affrontare problemi e difficoltà senza avere aiuti o sostegno, tende a cercare “conforto” rifugiandosi nel cibo. Se ciò si aggiunge al bombardamento mediatico sul “junk food” (il cosiddetto cibo-spazzatura) e al fatto che il lavoro è sempre più sedentario e impegnativo, è facile capire come si cada nell’errore di lasciarsi andare senza rendersene conto.

Bisogna poi comprendere, specie quando si parla di “sovrappeso” o “sottopeso”, che non esistono parametri predefiniti che possano identificare la “normalità”, o si rischia che ogni alterazione rispetto a questi standard venga vista e vissuta come uno stato patologico dal quale tirarsi fuori.

Per questo, così come non esistono degli standard, così non possiamo avere dei modelli “pre-confezionati” su cosa mangiare o non mangiare e su cosa sia “giusto” o “sbagliato”: ogni individuo ha la necessità e il diritto ad una consulenza personalizzata, che possa prescindere dal considerare “pesi e misure” o valori di riferimento.

Per il Counseling in Nutrizione è importante che ogni individuo raggiunga la consapevolezza per ricercare uno stile di vita più corretto a partire dal proprio specifico stato di salute. Non esistono obblighi o divieti assoluti.

Durante la consulenza si dialoga per trovare il giusto approccio che cambi in meglio il comportamento alimentare al fine di raggiungere uno stato di salute ottimale, in modo che la persona impari a riconoscere le emozioni che influenzano un sano rapporto con il cibo e controllare gli stimoli e le situazioni che possono compromettere l’equilibrio.

Non è semplice mangiare “bene”, ma certamente lo si può fare “meglio”!

Osteopatia e l’Apparato Digerente: l’organismo è un sistema connesso

Un’alimentazione scorretta può creare o far peggiorare gli stati infiammatori non solo a carico dell’apparato digerente. Questo ci porta alla conclusione che osteopatia e nutrizione debbano andare di pari passo per evitare di invalidare il trattamento dell’osteopata: un buon percorso osteopatico non può prescindere da una corretta alimentazione, in modo tale da ottimizzare gli effetti benefici.

Intestino, sistema immunitario, salute

Il cibo che noi assumiamo viene trasformato nell’intestino, che non è soltanto sede di importanti reazioni chimiche.

Il tratto intestinale ha una superficie di circa 300 metri quadrati, e contiene l’80% delle cellule immunitarie dell’organismo. Vi risiedono più di centomila miliardi di microrganismi (la flora batterica intestinale).
Si tratta di un ecosistema molto complesso in cui si riconoscono, discriminano ed eventualmente eliminano tutti gli aggressori esterni (virus, parassiti, tossine…)

Prima della nascita è privo di microrganismi, ma dal parto in poi si verifica una massiccia invasione grazie al contatto del bimbo con la pelle della madre, dall’aria che respira, dal latte materno…e via via il sistema immunitario si forma anche grazie a quello che mangiamo.

Il latte materno, ad esempio, è l’unico alimento che fornisce ai neonati una “barriera” contro l’insediamento di alcuni batteri patogeni e protegge potenzialmente i piccoli dall’insorgenza di una serie di malattie. Per questo sin dalla nascita è importante avere un’alimentazione naturale e corretta!

Anche da adulti, se l’intestino non funziona nel modo corretto saremo carenti sul fronte delle difese dall’aggressione di microrganismi, allergie e malattie di vario tipo, non solo intestinali.

Per questo promuoviamo, oltre al corretto stile di vita, un’educazione alimentare che sia sana, naturale e spontanea, ed accompagni “per mano” l’individuo sin da bambino.

Sei pronto a star bene?

Rimani aggiornato!

(Ho letto e accettato le norme sulla Privacy e il trattamento dei dati personali*)